Disegnare la vita

Disegnare la vita


Ogni tanto è bello fermarsi, raccogliere i momenti, ordinarli, stupirti con la felicità di un bimbo, meravigliarti della strada fatta e immaginare quella ancora da fare, donare tutto con la gioia nel cuore, e perché no?!
Disegnare la vita…in riva al Po.
Potrebbe essere l’incipit di un libro. Perché no?! Un libro in cui narrare storie di persone che si incontrano lungo la strada, magari in Corso Unità d’Italia 70 a Torino, dove per qualche attimo si fermano a raccogliere e riordinare momenti, pensieri e sfumature di un viaggio da condividere. Da illustrare. E si, perché un libro, oltre ad essere scritto può anche essere illustrato grazie ad immagini che accompagnano ed arricchiscono il testo.
E ad illustrare metodi e tecniche proprie di un illustratore, nel laboratorio attivato a Casa UGI, sono Francesca Chessa e Laura Barella, che si presentano e ci descrivono la loro attività cosi: “Mi chiamo Francesca Chessa e sono una illustratrice, prevalentemente di libri per bambini. Tengo anche workshop e incontri sul colore e in generale su attività creative con adulti e bambini. I miei lavori sono visibili sul sito www. francescachessa.it e ho conosciuto Laura Barella allo IED di Torino”.
Anche loro si sono incontrate lungo la strada e - fermandosi - durante la pausa pranzo hanno preso l’abitudine di andare a mangiare insieme; tra un piatto e l’altro hanno iniziato a conoscersi e successivamente a frequentarsi anche fuori dall’ambiente della scuola. “Mi chiamo Laura Barella e anch’io mi occupo di illustrazione per l’infanzia. Con Francesca siamo amiche da tempo e ci piace condividere questa bella collaborazione con Casa UGI, nata grazie ad un altro illustratore, Mauro Sacco, che già collaborava da un po’ di anni con la struttura”. Un giorno, parlando della strada fatta, hanno immaginato quella che avrebbero potuto fare. Cosi è nata l’idea di realizzare un primo progetto con il quale creare delle copertine per il giornalino di Casa UGI, disegnate dagli studenti dei loro corsi.
Ora illustrano metodi e tecniche del mestiere, nel laboratorio attivato all’interno dello spazio dedicato al “Progetto adolescenti”, che da fine 2015 propone ai ragazzi attività ed esperienze attraverso le quali possono esprime e coltivare le loro ispirazioni artistiche e scoprirne di nuove. “La nostra idea è quella di realizzare degli oggetti divertenti, colorati e facili da produrre - spiegano Francesca e Laura - Solitamente proponiamo dei lavori con la carta, tipo segnalibri, maschere, scatole pop up; oggetti che possono essere prodotti in autonomia anche dopo il workshop”. Prima di fare un laboratorio si confrontano su cosa vorrebbero realizzare e successivamente danno vita ad alcune proposte creative da utilizzare come modelli su cui lavorare.
Durante i laboratori si riuniscono attorno ad un grande tavolo con i ragazzi e lavorano, chiacchierando e ascoltando musica. L’atmosfera è rilassata e allegra. Anche mamme e volontari partecipano, contribuendo attivamente con la loro creatività e il loro supporto. “La cosa bella di un laboratorio con i ragazzi è che spesso il risultato non è prevedibile - descrivono le illustratrici - vanno lasciati liberi di cambiare, aggiungere e inventare nuove soluzioni. Ed è bello vedere la loro libertà creativa prendere forma”.

Copyright 2021 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive