1. Giornale UGI
  2. I VOLTI NUOVI DEL VOLONTARIATO: FABIO CAMUSSO

Scarica il giornale UGI

I VOLTI NUOVI DEL VOLONTARIATO: FABIO CAMUSSO

I VOLTI NUOVI DEL VOLONTARIATO: FABIO CAMUSSO


Se si legge la Treccani, alla voce volontario compare la seguente definizione: “chi assume un impegno o si presta a operare, a collaborare, a fare qualcosa di propria volontà, indipendentemente da obblighi e da costrizioni esterne”. Dunque, alla base del volontariato, c’è una scelta. Così come nelle relazioni di lungo termine, anche in questo caso risulta necessario un impegno, un mettersi in gioco con persistenza e costanza. Da questa considerazione, l’intervista odierna risulta essenziale per comprendere appieno la figura del volontario nel 2022, oltre ad immergerci nel mondo del volontariato a 360°. E questi obiettivi verranno raggiunti grazie alle opinioni di Fabio Camusso, memoria storica di UGI e volontario in diversi settori dell’Associazione.
Incomincia con il ricordo di una gita, l’esperienza di Fabio, una gita insieme ai ragazzi dell'UGI che ha permesso loro di volare e di godersi la bellezza di un panorama unico, di planare sui problemi del mondo con dolcezza e tranquillità. Serenità, gioia, spensieratezza… sono questi i ricordi che Fabio lega al volontariato. Molto probabilmente gli sconosciuti si aspettano altro da un’associazione come l'UGI, ma chi conosce l’Associazione è ben conscio di quanto sia la normalità. Aiutare il superamento della malattia con strumenti semplici: serenità, gioia, spensieratezza. Da questo primo impatto Fabio ha scoperto la bellezza dell'UGI; negli anni ha girato tra i vari gruppi scoprendo le ramificazioni, mettendosi a disposizione dell’Associazione, imparando e arrivando anche a gestire uno dei gruppi nella quale quest’ultima si organizza. Dalle manifestazioni all’ospedale, passando alla Radio per giungere fino a Casa UGI: manca solo il gruppo Bomboniere per fare l’en plein! In sette anni di volontariato, con una serie di lockdown alle spalle e difficoltà di vario tipo viene facile domandare come sia stato possibile mantenere attiva la motivazione a fare il volontario.
Sappiamo che la pandemia ha spazzato via molte cose, non ultima la passione per il prossimo, ma Fabio ci ha raccontato la sua ricetta per mantenere viva la volontà a collaborare con il prossimo: in primis fa moltissimo il gruppo di persone con le quale si collabora. Avere un gruppo giovane, formato da persone che possono diventare anche amiche nella vita quotidiana ha mantenuto viva la voglia di fare volontariato. Oltre a ciò anche la direzione svolge un ruolo essenziale: il coordinamento dei gruppi deve essere ad opera di persone appassionate, che credono nel loro compito e lo comunicano con entusiasmo. In ultimo i ragazzi e le ragazze ospitate dall'UGI sono la motivazione più grande ed efficace. Un sorriso strappato, un momento di gioia, un grazie sospirato sono la base del volontariato, ma è difficilmente raccontabile a chi non l’ha mai provato sulla sua pelle. Quando si perde lo stimolo a fare il volontario è indispensabile avere ben chiara l’emozione provata nel momento in cui si riesce a far stare bene i propri assistiti.
Il problema non è solo l’impegno e la persistenza. Perché dopo mesi di rinunce ad un sabato pomeriggio con gli amici, magari dopo una lunga settimana di lavoro dove chiunque avrebbe bisogno solo di rilassarsi, non è egoistico saltare il turno di volontariato. Il problema è molto più ampio, è il ritmo folle della vita di molti, che comprime lo spazio da dedicare al prossimo, in quanto riduce lo spazio che ogni persona può dedicare a sé stessa, alle proprie passioni ed al riposo. Ma, come Fabio ci insegna, ci sono vari modi per stare bene ed uno di questi modi è stare bene in compagnia. Che il volontariato sia in grado di aiutarci a recuperare gli spazi comuni che la società attuale ci ha strappato via? Non abbiamo una risposta definitiva a questa affermazione. Quello che sappiamo per certo è che seguire i consigli di Fabio può permettere a tutti una lunga e prolifica esperienza da volontario!

Pierpaolo Bonante

Copyright 2022 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive