1. Giornale UGI
  2. LA FEROCIA DELLE CARTE DA GIOCO: UNO

Scarica il giornale UGI

LA FEROCIA DELLE CARTE DA GIOCO: UNO

LA FEROCIA DELLE CARTE DA GIOCO: UNO


Amicizie interrotte, attacchi di rabbia, tracce di misantropia ed insulti.
Non stiamo parlando di tifoserie avversarie allo stadio, ma di uno dei giochi di carte più feroci che siano mai stati concepiti dall’uomo: UNO.
Per i pochi che non fossero a conoscenza del gioco, eccovi le regole: da due a dieci giocatori intorno ad un tavolo prendono dal mazzo di carte di UNO una carta. Colui o colei che ha ottenuto la carta più alta diventa il mazziere, che mescolando il mazzo, dà sette carte a ciascun giocatore. Le carte rimanenti vengono messe sul tavolo coperte, mentre la prima carta del mazzo viene girata e mostrata a tutti i giocatori.
Inizia il gioco la persona che si trova a sinistra del mazziere: essa dovrà scartare una carta di quelle che ha in mano, che abbia lo stesso colore della carta a terra o lo stesso numero. Se non ha carte compatibili da scartare, deve pescarne una dal mazzo coperto e, se questa ha lo stesso numero o lo stesso colore di quella a terra può essere giocata, ma alcuni tra i migliori strateghi decidono di tenerla in mano.
Si continua a scartare fino a che uno dei giocatori non rimane con solo una carta in mano: a quel punto si scatena la vera battaglia. Infatti se il sopracitato giocatore non dice prontamente “UNO” qualcuno degli altri giocatori può dire “PRESO”, costringendo il giocatore smemorato a prendere altre 2 carte da aggiungere alla propria mano.
Se invece dice “UNO” e il turno successivo scarta la carta che ha in mano vince, mentre gli altri giocatori devono contare quanti punti hanno ancora in mano. La classifica viene stilata in ordine da chi ha meno punti a chi ne ha di più.
Sembra semplice, vero?
E invece non lo è. Esistono altre carte, chiamate “carte azione” che hanno la possibilità di alterare una partita che sembra essere perfettamente definita dalle prime mosse.
Queste carte azione sono il centro di tutte le litigate che avvengono per colpa di UNO.
Partiamo della carta “Cambia colore”. Immaginate di essere ad una carta dalla vittoria e con tutti i vostri avversari che continuano a mantenere stabile il colore che avete in mano.
Immaginate, però, il vostro collega sulla sinistra che, alla visione di questo scenario, tira giù la carta “cambia colore” alterando una strategia perfetta e facendo vincere l’avversario alla vostra destra.
Quanti insulti partono? Quanti sono meritati oppure no?
Sempre sulla stessa filosofia ci sono le carte “Inverti Turno” e “Fermo un turno”.
Queste due carte causano meno problemi rispetto al “Cambia colore”, soprattutto la “Inverti turno”. Infatti questa carta è in grado di far passare la turnazione dei giocatori da senso orario a senso antiorario.
Ma alcuni dei nostri ragazzi ci hanno parlato della manovra a tenaglia che questa carta può provocare. Immaginate: sta per arrivare il vostro turno quando il giocatore prima di voi inverte il turno. Poco male, direte voi, mi rifarò appena il turno arriva dall’altro lato. Ma capita la stessa cosa quando il giocatore prima di voi inverte il turno e vi fa aspettare per ore di giocare le vostre carte.
Quanto può durare una manovra a tenaglia? Non molto, è statisticamente improbabile avere i cambia turno giusti da giocare al momento giusto, ma qui entra in gioco l’altra carta di cui parlavamo prima: la “Salta Turno”. Dopo una manovra a tenaglia che vi ha fatto perdere due turni, immaginate se nel momento in cui sta per arrivare il vostro turno l’avversario lancia un “Salta turno”. In quel momento parte subito l’idea che i vostri avversari stiano ordendo un complotto ai vostri danni, con conseguente ribaltamento del tavolo di gioco. Ma non siamo nemmeno vicini alla vera causa della rabbia provocata da UNO.
Un’altra carta azione detestata dai giocatori è la carta +2. Come dice il nome obbliga il giocatore a pescare altre due carte del mazzo, allontanando sempre di più la possibilità di vincere.
Rabbia, insulti e rancore dominano sempre dopo aver ricevuto questa carta. Ma la Carta “+2”, la “Inverti Turno” e la “Salta Turno” sono tutte condizionate dal loro colore: non possono essere tirate in qualsiasi momento della partita ma solamente quando il colore di queste carte azione coincide con quello a terra.
Oltre alla carta cambia colore che può essere tirata sempre, c’è un’altra carta che ha questa specificità ed è particolarmente odiata dai giocatori. È senza ombra di dubbio la carta più potente del gioco, in grado di rovinare per sempre le amicizie.
È l’odiatissima carta “+4”, che può essere tirata in qualsiasi momento, obbliga il giocatore bersaglio a mettersi nel mazzo 4 carte e cambia il colore a terra.
Quante urla sono partite dopo aver ricevuto questa carta?
Quanti insulti si sono riversati sul campo da gioco?
Il divertimento è assicurato se si riescono a contenere i propri istinti feroci!

Pierpaolo Bonante

Copyright 2021 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive