1. Giornale UGI
  2. LA TASK FORCE DELLE DONNE INVISIBILI

Scarica il giornale UGI

LA TASK FORCE DELLE DONNE INVISIBILI

LA TASK FORCE DELLE DONNE INVISIBILI


Sono le maghe del pulito, assicurano ogni giorno la pulizia e la sanificazione degli ambienti a cui tutti noi abbiamo accesso, soprattutto ora che siamo in piena pandemia: dagli ospedali agli uffici pubblici, dai supermercati agli esercizi commerciali, dalle scuole alle palestre, nei condomini, sono quasi ovunque. Ma sono abbastanza invisibili. Per ciò che possiamo immaginare, grazie ad un’esperienza quotidiana d’incontro con coloro che vediamo direttamente al lavoro, sono per la maggior parte donne, anche se ovviamente sempre così non è. In tanti finiscono il proprio turno quando la città si risveglia e quegli spazi cominciano a riempirsi di persone. Non vogliono percepirsi invisibili: il loro lavoro è fondamentale soprattutto in questo periodo di pandemia. Negli ospedali, ad esempio, prestano servizio tantissime persone facendosi carico della pulizia e della sanificazione passando silenziosi e instancabili nei corridoi e nelle stanze dei degenti sapendo di non dover disturbare. Queste lavoratrici e lavoratori sono stati in prima fila durante tutta la pandemia, e lo sono tutt’ora, sanificando le sale operatorie e assumendosi gli stessi rischi del personale sanitario, senza però gli stessi riconoscimenti. Sono lavoratori indispensabili e al contempo invisibili. Sono lavoratrici e lavoratori resi invisibili sia dagli enti pubblici sia da quelli privati ma indispensabili nel ruolo che svolgono. Le aziende di pulizie hanno aumentato il fatturato e la mole di lavoro durante l’emergenza sanitaria, che ha visto un aumento di sanificazioni in tutti i luoghi di lavoro.
Una équipe di persone si occupa di Casa UGI, di UGIDUE e di ogni ambiente che i nostri laboratori e i nostri dipendenti occupano ogni giorno: manutentori, tecnici, fornitori, volontari, dipendenti e molte altre persone. Ognuno ha un ruolo ben preciso, tutti tesi al benessere dei nostri assistiti. Chi pensa all’efficienza della Casa e degli alloggi, chi invece alla dispensa, chi all’intrattenimento, chi a portare giochi e vestiti, chi a elaborare laboratori per piccoli e grandi, chi pensa ai genitori, insomma ognuno pensa a qualcosa e acquisisce importanza agli occhi di chi si affaccia nella nostra residenza.
Ma, c’è un ma molto importante, chi fra tutte queste persone che gravitano in Casa UGI assicura ambienti sani, puliti, ordinati? Esiste fra loro una piccola task force che silenziosamente, in modo invisibile ogni giorno lavora senza farsi pubblicità, senza dire nulla, ma in modo efficace e continuativo. Violeta e Cornelia sono i nomi della piccola task force, sono loro che da anni passano in sala giochi, nei bagni, nei corridoi, negli alloggi da preparare per la nuova accoglienza. Il lavoro domestico c’è, ma non si vede. Esiste, ma non fa notizia. Nessuno si cura di loro perché sono scontate e ovvio è il loro lavoro. Insomma, sono invisibili ai più ma non a noi che le conosciamo. Chi è un lavoratore invisibile? È colui che si prende cura della Casa come se fosse la sua; che è disponibile sempre, che risolve problemi imprevisti, che sa essere responsabile e sa gestirsi senza chiedere, chi sa essere propositivo. Violeta è in Casa UGI dal giorno della sua apertura, non solo assicura pulizia ed efficienza ma anche custodia e sorveglianza. Abita, con tutta la sua famiglia, in corso Unità d’Italia 70, cioè nell’alloggio accanto a quello delle famiglie ospiti. È la custode per eccellenza, colei che vigila da sempre e che accorre in caso di necessità, anche di notte se una famiglia chiama. Conosce tutti, le mamme e i bambini, i papà e i loro parenti. Sa accoglierli e aiutarli e lo fa con la massima disponibilità, ma sempre attenta a preservare la discrezione e l’intimità di ogni famiglia. Cornelia è accanto a lei da qualche anno e con lei condivide i problemi del quotidiano. Attenta alla massima pulizia e all’ordine della casa, riesce a dare una costante disponibilità anche fuori orario; per lei la Casa è la sua priorità, il suo lavoro da fare al meglio perché le famiglie devono trovarsi bene, devono avere la massima attenzione, devono poter vivere con sicurezza.
Per non parlare di UGIDUE dove una squadra di uomini lavora tutti i giorni ma non si vede mai. Troviamo gli uffici puliti e in ordine, la palestra lustra, il salone pronto ad accogliere tutte le attività che svolgiamo ogni giorno. Non vediamo le persone che lavorano per farci lavorare in ambienti confortevoli e puliti, ma non per questo dobbiamo ignorarle, anzi a loro va un pensiero di gratitudine.

Marcella Mondini

Copyright 2021 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive