1. Giornale UGI
  2. Made in UGI: Sartoria Sociale

Scarica il giornale UGI

Made in UGI: Sartoria Sociale

Made in UGI: Sartoria Sociale


Mercoledì 6 dicembre, negli spazi di Casa Ugi, si è tenuta una sfilata a sostegno del progetto MADE IN UGI: SARTORIA SOCIALE.
La madrina dell’evento è stata la top model Fernanda Lessa, la quale con la sua verve e la sua simpatia ha animato la sfilata della prima collezione upcycling (ovvero con materiali di scarto) di borse reversibili interamente realizzata dalle mamme dei bambini residenti nella nostra Casa.
L’iniziativa, ideata da Sara Conforti e che prevede la fondazione di un laboratorio dedicato alla formazione e alla produzione di moda sostenibile ubicato nella futura struttura di Ugi, è atta a favorire la ricollocazione sociale e professionale delle donne e mamme residenti di Casa Ugi; come ci ha detto la stessa Sara, curatrice dell’evento, “la realizzazione della collezione è passata attraverso un anno di lavoro, più di 50 workshop e l’ausilio delle donazioni di centinaia di cravatte dismesse arrivate da ogni parte d’Italia, le quali, accoppiate a tessuti fine pezza da smaltire, hanno fatto sì che sia stato possibile presentare questo primo lavoro”.
Le dieci modelle per un giorno, volontarie di casa Ugi, ex residenti della Casa e allieve dei percorsi didattici dei laboratori nomadi per una moda sostenibile di AnticaSartoria- ErranteProject, sono state truccate e pettinate grazie alla collaborazione con AIEM Accademia Italiana di Estetica e Make Up, accompagnate nel défilé dalle musiche mixate dagli allievi dell’I.I.S. Giuseppe Peano in collaborazione con il service audio luci di Verde strumenti musicali. Il tutto è diretto e supervisionato da Fernanda Lessa, la quale spiega “da quando, grazie al fotografo Paolo Ranzani, ho conosciuto la realtà di Casa Ugi, mi sento di dover fare qualcosa. È importante che ognuno di noi, in base alle proprie competenze, si renda disponibile per aiutare come può; per questo motivo sono stata entusiasta di coordinare il progetto della sfilata. Già da tempo, all’interno della Casa, stiamo tenendo i corsi di portamento sia per le mamme che per le ragazze: riusciamo a passare qualche ora in maniera spensierata e impariamo non trascurare l’attenzione per se stesse anche nei momenti difficili”.
Il coordinatore delle immagini, il noto fotografo Paolo Ranzani, concorda con Fernanda Lessa sull’importanza di mettere a disposizione ognuno le proprie competenze. Oltre ad aver introdotto la modella alla realtà di Casa Ugi, ha ideato il nostro concorso fotografico, a cui tiene particolarmente, e da tempo è di supporto a tanti laboratori con i nostri ragazzi. Per la documentazione fotografica della sfilata ha coinvolto anche la sua collaboratrice Maya Ben Frej la quale dice “sono molto grata a Paolo di essere stata coinvolta in questa iniziativa, poiché non conoscevo ancora da vicino la realtà della Casa”.
Oltre alle borse prodotte per l’occasione, le nostre modelle hanno indossato i gioielli che Alessia Costa Gioielli ha realizzato in esclusiva per Ugi e che, oltre a due inedite creazioni donate dall’artista Giordano Pini Sculture da indossare, hanno contribuito ad arricchire la grande asta che si è tenuta al termine della sfilata. Tutti i pezzi battuti sono stati acquistati dal pubblico in una bellissima e divertente gara di solidarietà a favore di Ugi.
L’evento è stato condotto dagli speakers Devis Maidò e Davide Pomponi di Radio Manila Piemonte i quali spiegano: “è un onore entrare a far parte della grande squadra a sostegno di Ugi e presto realizzeremo altri progetti cui teniamo particolarmente. Non sveliamo nulla ma il 2018 sarà ricco di novità e sorprese”. Non possiamo far altro che ringraziare di cuore tutti gli organizzatori e i partecipanti! 

Copyright 2021 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive