RICICLO CREATIVO

RICICLO CREATIVO


Siete quel tipo di persone che butterebbero mai via nulla?
Vi piace conservare o recuperare oggetti, materiali e idee da riadattare e reinterpretare per dargli nuova vita o nuova forma?
Questo è il riciclo creativo: l’arte attraverso la quale rimodellare e plasmare con estro gli spunti della propria fantasia.
Un po’ come sta cercando di fare chi scrive questo articolo, dopo aver ricevuto una mail contenente la descrizione delle attività svolte nel “Laboratorio di riciclo creativo” curato da Mirella Maimone. Di fronte al testo che presentava l’artigiana e la sua arte, chi scrive ha pensato di provare a fare pratica a modo suo, rielaborando ed adattando il testo ricevuto, per trasformarlo in un articolo.
Per carità, con tutti i relativi limiti di estro e creatività; ma questo è stato lo spunto istintivo fornito dalla fantasia. Fantasia che a questo punto lasceremo libera di vagare immaginando di essere assieme a Mirella, chiedendole di presentarsi parlando della sua attività e della sua esperienza in Casa Ugi. “Sono un’artigiana, la mia passione è il cucito creativo: creare e trasformare tanti progetti attraverso il riciclo ed il recupero di vecchi materiali o nuove stoffe. Le idee migliori sono proprietà di tutti e la creatività è un bene prezioso da condividere con gli altri. Un giorno ho pensato che sarebbe stato bello poter arricchire la mia esperienza collaborando insieme con altre persone. Trovo che il confronto arricchisca, e che avere uno scambio di idee sia terapeutico. Così, tanti anni fa, ho iniziato a fare laboratori creativi presso associazioni di volontariato; mi piace trasmettere carisma, fantasia e spirito di iniziativa. Durante questo percorso molti hanno imparato a cucire in maniera piacevole e divertente. E’ una soddisfazione vedere persone che si sono messe in gioco, contente di poter creare con fantasia. Lo scorso autunno ho pensato di proporre a Casa Ugi il “Laboratorio di riciclo creativo”, rivolto a mamme e ragazzi: all’inizio ci trovavamo ogni quindici giorni, adesso vado una volta la settimana. Mi sono trovata subito bene, e sono contenta di poter fare parte del gruppo di Casa Ugi. Quando ci incontriamo propongo un progetto in funzione del materiale di recupero presente in Casa, oppure eseguiamo dei lavori in base agli spunti proposti dalle mamme. Insieme si creano collane, borse, porta cellulari e tablet, tracolle, segnalibri ed altri oggetti personali arricchiti dalla fantasia di ognuno dei partecipanti. Ogni oggetto è unico e realizzato con passione. Ogni volta che finisco la mia attivà a Casa Ugi, sono contenta di aver passato un po’ di ore “creative” in compagnia di volontari, mamme e figli.”
Arrivati a questo punto, ipotizzando di essere riuscito a rimodellare e plasmare con estro, lo spunto di fantasia, si potrebbe continuare ad immaginare di essere insieme a Mariella...
Ringraziandola per il tempo dedicato e salutandola.
Tutto ciò mentre la mente già pensa a come mettere in pratica quanto appreso, rielaborando ed adattando il racconto, per trasformarlo in un articolo. Sperando, a modo suo, di riuscire a dargli una forma nuova e creativa.

Copyright 2021 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive