1. Giornale UGI
  2. RIPARTIAMO, TUTTI I SEGNALI POSITIVI PER RIPRENDERE IL GRANDE LAVORO DEI VOLONTARI DELL’UGI

Scarica il giornale UGI

RIPARTIAMO, TUTTI I SEGNALI POSITIVI PER RIPRENDERE IL GRANDE LAVORO DEI VOLONTARI DELL’UGI

RIPARTIAMO, TUTTI I SEGNALI POSITIVI PER RIPRENDERE IL GRANDE LAVORO DEI VOLONTARI DELL’UGI


Quando abbiamo composto in redazione questo numero del giornale non abbiamo avuto dubbi sul tema centrale da affrontare. Il titolo non poteva che essere uno: “RIPARTIAMO”. Un anno e mezzo di sofferenze, disagi, difficoltà hanno messo a dura prova tutti. Al lavoro, in famiglia, nei rapporti con le persone. Abbiamo affrontato una prova durissima, che soltanto gli storici tra venti o trent’anni sapranno descrivere in modo obiettivo e nella corretta cornice del tempo.
Noi dell’UGI ci stiamo muovendo a passi prudenti, e non potrebbe essere diversamente. Tuttavia, la consapevolezza del dramma e lo straordinario piano di vaccinazione, la più grande operazione di massa della storia d’Italia, hanno dato i risultati che oggi vediamo. È ancora poco, ma abbastanza per uscire e riprendere a camminare. A qualcuno il tema ripartiamo è sembrato un po’ un azzardo. In effetti nessuno può dirci con certezza come andrà a finire questa terribile vicenda della pandemia.
Questo anno e mezzo ci ha segnato più di quanto pensiamo, e spesso la paura di non tornare come prima ci fa tenere il freno a mano tirato. È ragionevole e anche saggio. Tuttavia, nella ripartenza non dobbiamo sperare, ma dobbiamo crederci. È l’unica via per riprenderci quello che abbiamo perso. E l’UGI in questo senso è in prima linea. La ripartenza è un punto imprescindibile del lavoro e degli sviluppi futuri di questa grande comunità. Nei mesi più neri della pandemia non è mancato mai un solo giorno il supporto dell’UGI alle famiglie accolte e che hanno figli in terapia oncologica. Alcune se ne sono andate, altre sono arrivate. I servizi sono sempre stati pronti ed efficienti. Con grande sacrificio e spirito di servizio di tutti i dipendenti. Certo, l’assenza forzata dei volontari ha avuto un grandissimo peso. I volontari UGI sono l’architrave su cui poggia la casa. I loro compiti non sono sostituibili da null’altro. Ecco perché ripartenza ha un significato.
È quasi giunto il tempo di ripartire, anche per i volontari. Su questo tema ispirato all’ottimismo abbiamo anche dedicato uno spazio, in questo numero del giornale, alle iniziative di Mezzopieno, una organizzazione che si fonda sulla filosofia che le buone notizie, quando ci sono, e che spesso mettiamo da parte, hanno un ritorno importante nelle nostre azioni quotidiane. Su questo tema è nata una collaborazione di Mezzopieno con UGI perché come dice, nell’intervista, il fondatore Luca Streri, dobbiamo “dare energia al positivo, educare lo sguardo alle cose belle per non darle per scontate attraverso la gratitudine, la fiducia e la positività”.
Un connubio perfetto con il tema della ripartenza. Ma senza dimenticare che tutto questo nasce e può svilupparsi se tutti aderiranno compatti, nei mesi che verranno, alla campagna vaccinale. È solo così che potremo tornare a guardare con ottimismo al futuro.
 
Giorgio Levi
Direttore de "Il Giornale dell'UGI"

Copyright 2021 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive